5 febbraio 2020, quarant’anni di Caritas Torino

Il 5 febbraio del 1980 veniva istituita dal cardinale Anastasio Ballestrero la Caritas di Torino, per promuovere l’attenzione ai poveri, sensibilizzare sulle cause delle fragilità, sviluppare progetti di sostegno concreto a chi fa più fatica.

775

Era il 5 febbraio del 1980 quando l’Arcivescovo Anastasio Ballestrero, firmò il decreto che istituiva la Caritas diocesana di Torino e la affidava a don Piero Giacobbo.Dopo di lui, nell’86, divenne direttore don Sergio Baravalle e dal 2000 Pierluigi Dovis. Tre direttori per dare vita, sostenere e promuovere l’attenzione ai poveri e alle diverse problematiche sociali. Monitorare la situazione, entrare in relazione con chi fatica, sviluppare giorno dopo giorno una sensibilità nelle comunità parrocchiali che contribuisca a prevenire l’isolamento delle persone: un percorso complesso, una sfida legata ai mutamenti sociali che nel corso degli anni sono avvenuti, che ha coinvolto centinaia di persone di ogni età.

«Sono passati 40 anni», commenta Dovis,  «e guardando alla nostre spalle ci si rende conto che la nostra è stata una ‘Caritas always on the move’, un itinerario in continuo cambiamento». Dopo don Giacobbo, nell’86 la guida della Caritas passò a don Sergio Baravalle e sotto la sua direzione nacque il centro d’ascolto «Le due Tuniche», si avviarono le Giornate Caritas per la sensibilizzazione, si aprirono le prime accoglienze.  «Negli  ultimi anni», conclude Pierluigi Dovis «si è certamente avuta una accelerazione al cambiamento per la sensibilità al tema della povertà dell’arcivescovo mons. Nosiglia e lo si vede nei nuovi sevizi avviati (centri diurni, dormitori, laboratori…) e nell’impegno nell’animazione (130 le Caritas parrocchiali avviate), ma è stato l’ascolto del grido dei poveri, l’attenzione ai bisogni delle comunità cristiane, l’azione concreta della Provvidenza che hanno condotto il percorso fatto. Con lo stesso stile guardiamo ai prossimi anni ben sapendo che non siamo chiamati a conservare quanto raggiunto, ma a tradurre l’annuncio del Vangelo della carità in maniera consona ai tempi e ai luoghi, per suscitare la responsabilità di tutti e non il facile rintanamento nella delega».

Nel giorno dell’anniversario – nello stile Caritas – nessuna celebrazione particolare se non il ricordo grato a quanti negli anni hanno sostenuto e promosso i tanti servizi messi in campo, e come regalo di compleanno la partecipazione alla prossima Giornata Caritas.
La Giornata, arrivata ormai alla sua trentunesima edizione, si terrà sabato 21 marzo 2020 presso l’Auditorium del Santo Volto sul tema «Servire i piccoli fa diventare grandi».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

15 − 3 =