Anche l’Arcivescovo alla colletta del Banco farmaceutico

Sabato 9 febbraio – Mons. Nosiglia ha sostenuto la Giornata di Raccolta del farmaco indetta dal Banco Farmaceutico a favore delle persone in difficoltà recandosi in una farmacia torinese per una personale donazione. Gallery a cura di Andrea Pellegrini 

185

Sabato 9 febbraio si è svolta in tutta Italia la XIX edizione della Giornata di Raccolta del Farmaco. In 245 farmacie della Provincia di Torino i volontari del Banco farmaceutico hanno raccolto farmaci che verranno distribuiti alle 54 strutture caritative convenzionate, tra cui Camminare Insieme, Sermig, Gruppo Abele, gruppi Caritas, la Comunità Madian, e quindi, donati alle persone in difficoltà economica che non possono permettersi di curarsi. In particolare, nell’area metropolitana di Torino, gli enti caritativi convenzionati necessitano di 88.105 medicinali per rispondere alle richieste delle famiglie che accompagnano. L’Osservatorio sulla povertà sanitaria tratteggia anche in Piemonte una situazione ancora allarmante: le famiglie in condizioni di povertà assoluta sono quasi 200 mila (il 5,9%), spendono 309 euro all’anno per la salute (poco più del 20% della spesa media), di cui oltre la metà per l’acquisto di farmaci. Come di consueto anche l’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia ha partecipato alla raccolta recandosi presso una farmacia torinese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

1 × 3 =