Fim-Cisl: Provenzano succede a Chiarle

Nuovo segretario – 39 anni, un figlio, rivolese, Davide Provenzano è stato eletto con 98 voti su 96: operaio dall’età di 15 anni si è iscritto alla Cisl nei giorni del rogo della Thyssenkrupp di cui era dipendente. Dal 2017 è in segreteria territoriale Fim

388
La fiaccolata per il lavoro organizzata da Cisl, Cgil, Uil a Torino venerdì 13 dicembre (foto Pellegrini)

«Sarà un Natale difficile per tanti metalmeccanici del nostro territorio coinvolti nelle numerose crisi aziendali alcune delle quali, al momento, senza soluzione. Oltre alle istituzioni, chiamate a favorire con risorse e progetti le condizioni per attrarre nuovi insediamenti produttivi, faccio un appello agli imprenditori locali e non solo, invitandoli ad avere un sano orgoglio e più coraggio nell’investire capitali in una città che, come ribadito con la fiaccolata del 13 dicembre scorso, non vuole subire il declino. Torino possiede una capacità storica nel progettare e produrre lavoro e deve poter guardare al futuro con maggiore ottimismo. Servono scelte chiare e condivise per uscire dal tunnel e la Fim farà, come sempre, la sua parte».

Sono le prime parole del neo-segretario generale della Fim Cisl Torino-Canavese, Davide Provenzano subito dopo la sua elezione con 96 voti su 98 aventi diritto, avvenuta martedì 17 dicembre durante la riunione del Comitato direttivo della federazione, svolta nel salone Operti di corso Siracusa, a Torino. Succede a Claudio Chiarle che lascia il suo incarico dopo quaranta anni di militanza in Cisl. Davide Provenzano, 39 anni, torinese e residente a Rivoli, sposato con Marianna e padre di Gioele, sarà affiancato in segreteria da Cristina Terrenati, riconfermata  segretaria organizzativa e da Rocco Cutri, operatore della quinta Lega di Mirafiori.

Il neoeletto segretario Fim-Cisl Torino-Canavese e il segretario uscente, Claudio Chiarle

Al neo segretario, cui spetta un compito gravoso in una Provincia, quella di Torino più cassintegrata d’Italia, con 9 mila posti di lavoro andati in fumo nel 2018 e 4 mila a rischio, nonostante la giovane età, non mancano le esperienze lavorative e sindacali: a 15 anni era come apprendista in una azienda di installazione impianti per cantieri mentre l’impegno Fim inizia nel 2007, nei giorni del rogo della Thyssenkrupp di cui era dipendente dal 2001. Nel 2008 viene assunto come apprendista operaio in Alenia Aeronautica a Caselle dove  viene eletto componente della Rsu aziendale e  rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. Nel 2015, oltre all’incarico di operatore territoriale Fim nella zona di Torino Nord, dove segue le piccole e medie realtà industriali, gli viene affidato il coordinamento del gruppo Finmeccanica sul territorio. A luglio del 2017 entra a far parte della segreteria territoriale Fim, con l’incarico di segretario organizzativo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

18 − 3 =