Violenza senza confini negli Stadi, scontri granata in Ungheria

Brutto episodio per i tifosi del Toro nel campo di Deprecen. Subito dopo la prima rete si scatena  sugli spalti una battaglia fra Ultras e Hooligans tifosi della squadra ospite

804

Debrecen, Ungheria: al Nagyerdei Stadion quella che per i tifosi del Toro doveva essere una giornata di festa si è trasformata giovedi 1 agosto in un momento di violenza. Subito dopo la prima rete (Zaza) si scatena  sugli spalti una battaglia fra Ultras e Hooligans tifosi della squadra ospite. I primi, storici esponenti della maratona e con tendenze politiche di estrema sinistra, gli altri della primavera e con il cuore a destra (come suggerisce il nero del loro abbigliamento). Deprecabili entrambi. La violenza è proseguita senza esclusione di colpi fino all’ intervento della polizia ungherese in assetto antisommossa. Ma ciò non è bastato a calmare definitivamente le acque. Infatti alcuni ultrà locali sono venuti a contatto con i tifosi granata in fuga dalla polizia, alimentando ulteriormente la ressa, la confusione e lo sgomento dei presenti. A seguito degli eventi entrambi i gruppi organizzati hanno rimosso i propri vessilli ed abbandonato i primi anelli dell’ impianto. Si segnalano diversi arresti, ignoto il numero dei feriti e dei contusi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome

otto − 1 =